Registrazione






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Visitatori: 3458488
 
 
 
 
 
Fondo impresa donna, firmato decreto interministeriale: 40 milioni per imprenditoria femminile
Leggi tutto...
 
L.R. 5/57 annualità 2021: posticipati i termini per le spese ancora da effettuare
Leggi tutto...
 
Cooperative sociali nuove aderenti – Percorso di coinvolgimento e ascolto
Leggi tutto...
 
Potenziamento economico Cooperative L.R. 5/57 anno 2021proroga al 15 aprile per l’invio delle domand
Leggi tutto...
 
Decreto Legge “Sostegni” misure di aiuto alle imprese emergenza Covid-19
Leggi tutto...
 
Bando Isi Inail 2020
Leggi tutto...
 
L.r.5/57 annualità 2021 - Pubblicate le disposizioni attuative
Leggi tutto...
 
Bilancio sociale: Legacoopsociali lancia la piattaforma digitale Iscoop
Leggi tutto...
 
Avviso Pubblico L.I.B.E.R.I.(Lavoro, Inserimento, Bilancio di competenze, Esperienza
Leggi tutto...
 
Servizi per l’infanzia – Avviso “Primi Passi”
Leggi tutto...
 
Approvata concessione contributi per il potenziamento economico delle Cooperative, L.R. 5/57, 2020
Leggi tutto...
 
EMERGENZA CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTI
Leggi tutto...
 
Firmato il rinnovo del contratto nazionale delle cooperative sociali
Leggi tutto...
 
CAP – Centri Assistenza Pesca: apertura sportelli
Leggi tutto...
 
 
 
 
 
 
orotelli.jpg
 
 
 
 
 
 
Advertisement
 
 
 
 
 
Protocollo lavoro agile: Alleanza Cooperative, linee d’indirizzo per un quadro di riferimento comune
“Dopo la legge del 2017 e l’utilizzo emergenziale durante il periodo della pandemia, il protocollo siglato oggi dalle parti sociali rappresenta una linea guida per orientare la futuracontrattazione collettiva nella definizione di regole comuni per la disciplina del lavoro agile”.

A sottolinearlo è l’Alleanza delle Cooperative, a seguito della firma del protocollo nazionale sul lavoro in modalità agile.

I contenuti del protocollo – aggiunge l’Alleanza delle Cooperative- lasciano spazio all’accordo individuale tra lavoratore e datore di lavoro e alla contrattazione collettiva, chiamata a definire alcuni aspetti non sufficientemente approfonditi dalla normativa vigente.

Il protocollo, inoltre, richiama una serie di contenuti minimi che l’accordo individuale dovrebbe recepire al fine di evitare zone d’ombra o contenziosi in sede di applicazione; affronta anche i temi, importanti e noti, della sicurezza sui luoghi di lavoro e della tutela della privacy, sia a favore dell’azienda, in particolare sotto il profilo del trattamento dei dati, sia a favore del lavoratore”.

L’Alleanza delle Cooperative considera “positivo il richiamo comune alla necessità di individuare misure incentivanti da parte del Governo laddove il lavoro agile sia regolamentato attraverso un contratto collettivo nazionale o di secondo livello”.

Importanti, infine – a giudizio dell’Alleanza – l’auspicio comune di urgenti misure di semplificazione delle comunicazioni obbligatorie, e la volontà di facilitare l’accesso al lavoro agile ai lavoratori in condizioni di fragilità e di disabilità”.

 
< Prec.   Pros. >