Registrazione






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Visitatori: 3458501
 
 
 
 
 
Fondo impresa donna, firmato decreto interministeriale: 40 milioni per imprenditoria femminile
Leggi tutto...
 
L.R. 5/57 annualità 2021: posticipati i termini per le spese ancora da effettuare
Leggi tutto...
 
Cooperative sociali nuove aderenti – Percorso di coinvolgimento e ascolto
Leggi tutto...
 
Potenziamento economico Cooperative L.R. 5/57 anno 2021proroga al 15 aprile per l’invio delle domand
Leggi tutto...
 
Decreto Legge “Sostegni” misure di aiuto alle imprese emergenza Covid-19
Leggi tutto...
 
Bando Isi Inail 2020
Leggi tutto...
 
L.r.5/57 annualità 2021 - Pubblicate le disposizioni attuative
Leggi tutto...
 
Bilancio sociale: Legacoopsociali lancia la piattaforma digitale Iscoop
Leggi tutto...
 
Avviso Pubblico L.I.B.E.R.I.(Lavoro, Inserimento, Bilancio di competenze, Esperienza
Leggi tutto...
 
Servizi per l’infanzia – Avviso “Primi Passi”
Leggi tutto...
 
Approvata concessione contributi per il potenziamento economico delle Cooperative, L.R. 5/57, 2020
Leggi tutto...
 
EMERGENZA CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTI
Leggi tutto...
 
Firmato il rinnovo del contratto nazionale delle cooperative sociali
Leggi tutto...
 
CAP – Centri Assistenza Pesca: apertura sportelli
Leggi tutto...
 
 
 
 
 
 
jerzu.jpg
 
 
 
 
 
 
Advertisement
 
 
 
 
 
Tenutasi l’Assemblea regionale di Legacoopsociali

Nella giornata del 18 Novembre, presso il Centro Servizi Losa ad Abbasanta, si è tenuta l’Assemblea regionale di Legacoopsociali.

Il settore che conta 248 cooperative, 4.100 occupati, 3.000 soci e un fatturato di 120 milioni di euro. “I danni e il malessere, le diseguaglianze, presenti nella società sarda non nascono oggi – ha detto Andrea Pianu, responsabile regionale Legacoop sociali Sardegna -. E dobbiamo dirci chiaramente che il Covid19 le ha solo accentuate e messe maggiormente in luce. Non lo diciamo noi. Lo evidenziano gli elementi di contesto che stanno alla base della Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile – Sardegna 2030 – e del confronto sviluppato nei tavoli di partenariato per la nuova programmazione delle risorse del FSE+ e del FESR”. Ricordando poi l’attività svolta dalle coop sociali, a partire dagli anni 80, il responsabile ha poi rimarcato l’impegno svolto dalle coop in ambiti come quello del supporto ai più fragili, come i ragazzi con sofferenza psichica.
“Oggi  a tutti noi è comune la consapevolezza della necessità di ricostruire e ripensare un sistema territoriale di risposta ai bisogni delle persone. Un sistema a rete fortemente integrato che intervenga su una prospettiva di benessere e di prevenzione delle condizioni di salute per tutti gli abitanti della nostra regione, senza distinzione d’età o di genere”. A indicare difficoltà e criticità incontrate nel percorso, sono stati i rappresentanti delle diverse cooperative. Poi la richiesta ribadita dal responsabile di Legacoop sociali: “Ribadiremo ancora una volta la richiesta di attivare tavoli che ci coinvolgano con pari dignità degli altri soggetti e che, come per la consulta della legge 23/2005, anche per questi siano attivate procedure trasparenti per la loro costituzione – ha aggiunto Pianu -. Lo consideriamo un passaggio fondamentale per poter delineare, con il coinvolgimento di tutti gli attori istituzionali e non, la rete integrata di servizi e presidi territoriali per il benessere e la salute delle persone.

Una filiera e una rete che parte dai bisogni reali delle persone e dei luoghi in cui concretamente vivono”. In questo percorso poi dovrà esserci una “certezza dei tempi e risorse per  la sua attuazione, che si proponga di rafforzare i servizi per la famiglia, l’assistenza domiciliare non solo socio-sanitaria, valorizzi – e non le demonizzi – le strutture residenziali per anziani programmandone la loro presenza nel territorio, faccia delle case della comunità dei luoghi di effettiva integrazione e non solo delle mura vuote e priva di anima”.

Nel video intervento registrato l’Assessora regionale del Lavoro Alessandra Zedda ha rimarcato l’importanza del lavoro svolto dalla cooperazione, soprattutto nel sociale, e posto l’attenzione sull’importanza del lavoro che non deve essere solamente reddito. Poi un passaggio sulle cosiddette categorie fragili in cui si possono inserire anche coloro che a cinquant’anni si ritrovano senza lavoro.

Il Presidente di Lagacoop Sardegna Claudio Atzori  ha rimarcato l’importanza per il lavoro svolto dalle cooperative sociali. “In un mondo che si misura in numeri noi abbiamo sempre preferito pesare il valore del lavoro e  quello che le cooperative, le cooperatrici e i cooperatori danno per rendere la vita migliore agli altri”. Poi l’emergenza  covid, con le coop in prima linea per rendere “migliore la vita degli altri”.

A sottolineare l’importanza della Cooperazione sociale e dell’importante lavoro svolto, la responsabile nazionale di Legacoopsociali Eleonora Vanni. La dirigente nazionale ha evidenziato l’importanza del lavoro che i cooperatori compiono quotidianamente nei territori.

Si è proceduto quindi all’elezione del nuovo coordinamento e del coordinatore regionali di Legacoopsociali:

 

con la conferma di Andrea Pianu nel ruolo di coordinatore.

I delegati parteciperanno all’assemblea nazionale di Legacoopsociali che si terrà a Bologna il 24-25-26 Novembre.

 
< Prec.   Pros. >