Registrazione






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Visitatori: 1922969
 
 
 
 
 
IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO 679/2016 SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Leggi tutto...
 
CAP – Centri Assistenza Pesca: apertura sportelli
Leggi tutto...
 
Vinitaly 2018: concessione degli aiuti
Leggi tutto...
 
Avviso pubblico attivazione progetti di tirocinio
Leggi tutto...
 
Accreditamento fornitori di servizi sociali - PROROGA Comune di Nuoro
Leggi tutto...
 
Contributi per il potenziamento economico delle cooperative 2017
Leggi tutto...
 
“Fondo per lo sviluppo del sistema Cooperativistico”, al via le domande
Leggi tutto...
 
Per le coop sociali l'aliquota ridotta sale al 5%
Leggi tutto...
 
 
 
 
 
 
triei.jpg
 
 
 
 
 
 
Advertisement
 
 
 
 
 
Coopfond, il Consiglio approva i primi interventi del 2018
Tre interventi per sostenere gli investimenti di altrettante cooperative. Più tempo per il decollo di Marche Servizi e altre due ristrutturazioni, per affiancare gli sforzi di superare le conseguenze della crisi. Quattro interventi a fondo perduto, con il Fondo di Promozione Attiva, per favorire la diffusione della cultura cooperativa, la promozione di nuove imprese e l’innovazione tra quelle già attive e una cooperativa sociale al lavoro nel carcere minorile di Palermo.
 
Sono i nuovi interventi a cui, l’ultimo giorno di gennaio, ha dato via libera il Consiglio di amministrazione di Coopfond.Il Fondo mutualistico sosterrà con un prestito in convenzione con Banca Popolare Etica l’investimento della cooperativa di costruzioni Celsa, nata nel 1945, nel Fondo di Housing Sociale del Friuli Venezia Giulia. Per acquistare il capannone e gli impianti con cui dal 2014 produce serramenti in legno ed in alluminio e per realizzare uno show-room, il workers buyout Fail potrà contare su un’ulteriore partecipazione di Coopfond e un finanziamento sempre in pool con Banca Etica.
 
Dal 1920 Coptip è attiva nel settore tipografico, stampando in particolare per la grande distribuzione(circa 80% del fatturato). Ora ha in programma un piano di sviluppo con l’acquisto di una nuova linea rotativa con un sistema di doppia piegatura (tecnologia che non ha nessun’altra azienda in Italia) che potrà acquistare grazie anche all’ingresso nel capitale sociale di Coopfond.Marche Servizi è la cooperativa che eroga servizi amministrativi, nata nel 2013 per rilevare il CSC, in liquidazione coatta. Ha una base sociale di 29 cooperative, tutte aderenti a Legacoop Marche, oltre a 5 soci finanziatori, tra cui Coopfond che posticiperà la propria uscita dal capitale per sostenere il riassetto e la ripartenza dopo alcune difficoltà registrate nel 2016.
 
Il Consiglio ha approvato altre due ristrutturazioni per sostenere gli sforzi anticrisi di altre due cooperative.Attraverso il Fondo di Promozione Attiva, Coopfond ha scelto infine di sostenere con un contributo a fondo perduto la partecipazione delle articolazioni di Legacoop nelle otto regioni meridionali al programma governativo Resto al Sud, per la promozione di nuove imprese; il progetto di Legacoop nazionale per favorire la transizione digitale, le iniziative promosse nel 2018 da AICCON e l’ampliamento del laboratorio della coop sociale Rigenerazioni che lavora con i detenuti del carcere minorile di Palermo.
 
La seduta del 31 gennaio è stata l’ultima per il Consiglio di amministrazione eletto nel 2015: il presidente Lusetti ha ringraziato tutti i consiglieri per il contributo offerto in un periodo certamente molto impegnativo per l’attività del Fondo, ha salutato coloro che – avendo raggiunto il limite dei due mandati – non potranno ricandidarsi e, fra questi, ha dedicato un ringraziamento particolare alla vicepresidente Eleonora Vanni. La direzione di Legacoop prevista per l’8 febbraio discuterà la lista dei candidati per il rinnovo e, successivamente, l’assemblea dei soci di Coopfond provvederà all’elezione.
 
< Prec.   Pros. >
 
 
 
 
 

 

SPORTELLO ACQUISTI IN RETE PA