Registrazione






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Visitatori: 2772324
 
 
 
 
 
EMERGENZA CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTI
Leggi tutto...
 
CHIUSURA AL PUBBLICO - UFFICI LEGACOOP NUORO E OGLIASTRA
Leggi tutto...
 
Assemblea congressuale regionale Legacoop Agroalimentare e Pesca 28 Febbraio 2020
Leggi tutto...
 
Sostegno alle startup innovative (Smart & Start Italia)
Leggi tutto...
 
Avviso pubblico “T.V.B. – Bonus Occupazionali”: pubblicazione determinazione
Leggi tutto...
 
Tirocini d’inserimento e reinserimento promossi dall’ASPAL
Leggi tutto...
 
Sosteniamo il futuro - l'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Leggi tutto...
 
Bandi - ROL -Bandi Annuali 2020 della Fondazione di Sardegna
Leggi tutto...
 
Aiuti per gli investimenti nel settore del vino, al via la presentazione delle domande
Leggi tutto...
 
Firmato il rinnovo del contratto nazionale delle cooperative sociali
Leggi tutto...
 
CAP – Centri Assistenza Pesca: apertura sportelli
Leggi tutto...
 
 
 
 
 
 
austis.jpg
 
 
 
 
 
 
Advertisement
 
 
 
 
 
Diritto annuale Camera di Commercio

Diritto annuale camera di commercio

Scadenza il 16 giugno 2009

Sono obbligate al pagamento del diritto 2009 tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro Imprese al 1° gennaio 2009 e quelle iscritte o annotate nel Registro Imprese nel corso del 2008, anche per un solo giorno nel corso dell’anno.

Si sottolinea l’importanza di effettuare il versamento del diritto annuale, in quanto la legge 449 del 27/12/97 all’art.24, comma 35, ha disposto che il pagamento del diritto annuale è condizione, dal 1° gennaio dell’anno successivo al versamento, per il rilascio delle certificazioni da parte dell’Ufficio del Registro delle Imprese.

Sono tenute al pagamento anche le società inattive, cioè quelle società iscritte che non hanno mai svolto alcuna attività connessa al perseguimento dell’oggetto sociale, poiché il diritto annuale rappresenta una sorta di tributo sull’iscrizione nel Registro Imprese. Ricordiamo inoltre che:  - sono tenute al versamento del diritto annuale anche le società iscritte negli anni precedenti, che al primo gennaio dell’anno di riferimento risultano poste in liquidazione;  - la cessazione totale dell’attività da parte della società, senza l’avvenuta cancellazione dal Registro delle Imprese, non è causa di esonero;  - la cancellazione dal Registro delle Imprese con decorrenza retroattiva non comporta l’esonero per gli anni pregressi.  

Sono esonerati dal pagamento del diritto annuale i seguenti soggetti:  1) le imprese per le quali sia stato dichiarato il fallimento o la liquidazione coatta amministrativa, a partire dall’anno solare successivo a quello in cui è stato adottato il provvedimento, esclusi i casi in cui sia stato autorizzato l’esercizio provvisorio dell’impresa e fino a quando questo non sia terminato; pertanto saranno escluse le imprese che sono entrate in fallimento o in liquidazione coatta amministrativa entro il 31/12/2008;  2) le società e gli altri enti collettivi che hanno approvato il bilancio finale di liquidazione nel 2008, purché la domanda di cancellazione dal Registro imprese sia stata presentata entro il 30 gennaio 2009;  3) le società cooperative che ricadono nelle ipotesi dell’art. 2545-septiesdecies, purché il provvedimento di scioglimento sia stato assunto dall’autorità governativa nel 2008;  4) i soggetti esercenti attività economiche e professionali iscritti al solo REA, di cui all’art. 9, comma 2, punto a) del D.P.R. 7/12/95 n. 581 (esempio: fondazioni, associazioni ed altri enti collettivi e similari che pongono in essere attività economiche, anche se non in modo prevalente). 

 Il pagamento del diritto CCIAA per le imprese già iscritte al primo gennaio dell’anno di riferimento va eseguito in unica soluzione (senza possibilità di rateizzazione), esclusivamente utilizzando il modello F24, con possibilità di compensare quanto dovuto con eventuali altri tributi o contributi ai sensi del D.Lgs. n. 241/97. Si rammenta l’OBBLIGO per tutti i contribuenti titolari di partita IVA, di utilizzare esclusivamente il CANALE TELEMATICO anche per il versamento in questione. Il termine per il versamento coincide con quello di pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, compresa la possibilità di effettuare il pagamento nei 30 giorni successivi a tale termine con la maggiorazione dello 0,40%.

Pertanto, per i soggetti con esercizio sociale coincidente con l’anno solare, nella generalità dei casi, la scadenza per il versamento del diritto annuale CCIAA è: 16 giugno 2009 Oppure 16 luglio 2009 con la maggiorazione dello 0,40%. 

 
< Prec.   Pros. >
 
 
 
 
 

EMERGENZA CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTI